Crea sito

Alimenti che si possono e non si possono produrre nella abitazione privata

Cucina Nostra
Cucina Nostra – A.P.S.

Per produrre e vendere alimenti fatti in casa è necessario mettere in atto procedure di “gestione della sicurezza alimentare” basate sui principi del sistema HACCP (analisi dei rischi e controllo dei punti critici).

In pratica, questo significa che nella vostra attività è necessario disporre di un modo di procedere definito che vi consenta di gestire i ‘rischi’ rispetto alla possibilità che il vostro cibo venga contaminato. 

I Regolamenti europei che normano questo tipo di produzione sono stati progettati per essere flessibili, in modo che queste procedure possano essere definite in rapporto alle dimensioni della vostra impresa e al tipo di alimenti che preparate. 

Alcune persone pensano che il sistema HACCP sia molto complicato, ma non è così. La cosa importante è avere delle procedure di gestione della sicurezza alimentare appropriate per il vostro tipo di produzione.

La scelta della procedura più adatta va stabilita in rapporto al tipo di alimenti che volete produrre.

A questo proposito la Nota prot. 936 del 20 dicembre 2014 della Regione Piemonte,  in risposta al quesito presentato da CUCINA NOSTRA in data 19/11/2014, ci permette di chiarire con maggiore precisione quali sono gli alimenti che si possono e non si possono produrre in casa. 

La Regione Piemonte è l’unico ente che fino ad ora ha emesso delle indicazioni ufficiali per la produzione e vendita di alimenti preparati nell’abitazione privata.

La scelta della procedura più adatta per la gestione della sicurezza alimentare andrà dunque stabilita in rapporto al tipo di alimenti prodotti.

 

Gli Alimenti che si possono produrre

Nell’abitazione privata è possibile produrre alimenti compresi in un unico genere merceologico, come per esempio: gastronomia, pasticceria, prodotti da forno, ecc. 

Si possono anche produrre bevande.

Il tipo di produzione prescelta va dichiarata in occasione della SCIA (Segnalazione Certificata d’Inizio Attività).

Diamo degli esempi di alimenti divisi per genere merceologico, prendendo come riferimento le produzioni che molti di voi ci hanno segnalato.

 

Genere merceologico Alimenti
Prodotti da forno Pasticceria secca (torte, biscotti…), pane, crackers, pizze, salatini, ecc.
Gastronomia Cous-cous, riso freddo, zuppe, lasagne, farro freddo, riso freddo, zuppe, insalate, paste al forno, torte salate, pasta fresca di grano o essiccata, pasta all’uovo fatta in casa, impasto di pizza fatta in casa, alimenti crudi in genere,  pietanze in genere, ecc.
Pasticceria Cake design, cake pops, decorazioni con pasta di zucchero o marzapane, pasticceria fresca, torte con pasta di zucchero, cioccolato, cioccolatini, torrone, gelati, ecc.
Conserve Conserve dolci e salate, marmellate, ecc.

 

 

Gli Alimenti che non si possono produrre

Nell’abitazione privata non è possibile produrre alimenti soggetti a specifico riconoscimento ai sensi del Regolamento (CE) n. 852/2004 e delle disposizioni specifiche contenute nel Regolamento (CE) n. 853/2004, ossia gli  alimenti di origine animale (carne e prodotti a base di carne, selvaggina, latte e prodotti a base di latte, uova e ovoprodotti, prodotti della pesca e derivati trasformati, molluschi bivalvi vivi, gelatina e collagene).

Gli alimenti preparati nell’abitazione privata sono destinati esclusivamente alla vendita, sono quindi escluse preparazioni destinate alla somministrazione.

 


faviconA cura dei membri dello STAFF di CUCINA NOSTRA: 
Stefania Gallina, consulente procedure HACCP e sicurezza sul lavoro. Mary Rimola, consulente per progetti di creazione di lavoro.

Cucina Nostra Associazione di promozione sociale
Cucina Nostra Associazione di promozione sociale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.