Archivi tag: dibattito

Al Salone del Libro Off per parlare di…

Al Salone del Libro Off per parlare di…

‪Cucina Nostra‬ vuole porsi come collaboratore tra chi vuole produrre e vendere legalmente ‪cibo fatto in casa‬ e i ‎consumatori‬, per costruire un nesso che aggiunga nuovo valore alla relazione tra i due soggetti.
L’incontro del prossimo 16 maggio a Torino, organizzato nell’ambito del ‪Salone del Libro Off‬, è stato pensato con questo intento. Molte domande che volano nell’aria relative alla produzione e vendita legale di cibo fatto in casa potranno essere poste direttamente a chi sta portando avanti progetti di microimprenditorialità domestica. I ‪microimprenditori‬ associati a Cucina Nostra e gli esperti risponderanno alle vostre domande. INGRESSO GRATUITO Continua a leggere

Il profilo giuridico della microimpresa domestica nel settore alimentare.

Il profilo giuridico della microimpresa domestica nel settore alimentare.

Le ‪microimprese domestiche‬ nel ‪settore‬ ‎alimentare‬ sono una realtà nuova e ancora pressoché sconosciuta in Italia. Per questo motivo è importante definirne l’identità sotto vari aspetti.

Con questo articolo affrontiamo il tema della definizione del ‎profilo‬ ‎giuridico‬ della microimpresa domestica del settore alimentare. Passaggio fondamentale per le ricadute che questo ha sulla ‪fiscalità‬ e sulla ‎gestione‬ dell’attività produttiva. Continua a leggere

A chi vendere gli alimenti fatti in casa.

A chi vendere gli alimenti fatti in casa.

Gli alimenti e le bevande preparati nell’abitazione privata ai sensi del Regolamento CE 852/2004, Allegato II, Capitolo III, si possono vendere regolarmente ad una serie di soggetti.
La Nota prot. 936 del 20 dicembre 2014 della Regione Piemonte, in risposta al quesito presentato da CUCINA NOSTRA in data 19/11/2014, ci permette di chiarire con maggiore precisione a chi si possono vendere. Continua a leggere

Non darsi per vinti! Ecco l’augurio per il 2015.

Non darsi per vinti! Ecco l’augurio per il 2015.

Sono proprio le parole di una ragazza che scrive per chiedere informazioni e intanto parla di sé, che ci fanno pensare che tutto quello che abbiamo fatto in questo 2014 ha un senso. Un senso per noi, ma soprattutto per gli altri e con gli altri. È dalla sua esperienza che viene l’indicazione: proprio quando le difficoltà sembrano prevalere e il futuro diventa più che mai oscuro, è lí che s’incontra il senso di ciò che si vuole: Non darsi per vinti! Questo è dunque l’augurio per il 2015! A tutti voi, amici, per continuare la strada insieme! Continua a leggere

Un passo avanti significativo per la realizzazione delle microimprese domestiche.

Un passo avanti significativo per la realizzazione delle microimprese domestiche.

Grazie all’iniziativa di CUCINA NOSTRA – A.P.S., la Regione Piemonte, unica Regione italiana che fino ad ora ha emesso delle Linee – guida con indicazioni per la produzione e vendita di alimenti preparati nell’abitazione privata e che, in un primo momento, aveva molto limitato la possibilità di realizzare questa produzione richiedendo una seconda cucina nell’abitazione privata da destinare esclusivamente all’attività produttiva, ci ha comunicato ufficialmente che è ammessa la possibilità di utilizzare la propria cucina domestica per la produzione, adeguatamente attrezzata per poter produrre nel rispetto delle normative igienico-sanitarie vigenti.
Questo costituisce un importante precedente a livello nazionale e apre nuove prospettive per chi, in Regione Piemonte, ha in progetto di aprire una propria microimpresa domestica.

Continua a leggere

Una microimpresa domestica non si improvvisa.

Una microimpresa domestica non si improvvisa.

Una microimpresa domestica non si improvvisa. È una scelta importante, sia per quello che comporta prima, sia per quello che verrà dopo averla fatta. Voglio porre l’attenzione su alcune questioni fondamentali che stanno alla base di questa scelta.
1) La salute degli altri. 2) Il rapporto con l’Autorità sanitaria. 3) La sostenibilità della microimpresa. 4) Piccoli passi verso i risultati. Continua a leggere

Dare forma alla realtà delle micro-imprese domestiche

Dare forma alla realtà delle micro-imprese domestiche

Quando racconto a chi incontro, amici o semplici conoscenti che siano, che ho un blog che si occupa di dolci casalinghi e di un progetto per creare lavoro attraverso questa attività, per lo più incappo in mezzi sorrisi ironici, espressioni di sufficienza o perplessità. Intuisco che l’idea che passa per la testa al mio interlocutore è che io sia fuori dal mondo.
C’è poi chi esplicitamente dice che è una banalità quello che sto facendo (con tutti quelli che si occupano di cucina in internet, figurati!!!). Per non dire che è una stupidata pensare di far guadagnare un reddito alle persone facendo produrre e vendere dolci fatti in casa!!!
Poi, navigando in rete, vedo che giorno per giorno proliferano annunci di persone che offrono qualsiasi tipo di cibo cucinato in casa, con tanto di prezzo per ogni prodotto. Su Kijiji o Vivastreet, trovate esempi significativi.
Oltre a questa semplice evidenza, ci sono i dati che ho raccolto in questo anno e mezzo attraverso il blog. Grazie a chi mi ha scritto posso oggi, con un po’ più di precisione, dare un’idea concreta delle persone che stanno cercando di realizzare la loro micro-impresa domestica e la possibilità di reinventarsi nel mondo del lavoro. Fino ad ora mi hanno scritto in 68 persone da tutt’Italia. Tutte hanno in mente o si stanno muovendo per realizzare il loro progetto d’impresa. Così per contribuire a dare forma alla realtà dei potenziali micro-imprenditori, questa volta ho pensato di proporvi un’altro tipo di torta…Solo per questa volta però, perché poi riprenderò ad offrirvi quelle vere…quelle che deliziano il palato! Continua a leggere

Produrre e vendere cibi fatti in casa: l’esperienza inglese.

Produrre e vendere cibi fatti in casa: l’esperienza inglese.

Avere un’idea di come si realizza in altre parti d’Europa la produzione e commercializzazione di cibi fatti in casa, in base alla regolamentazione europea, ci aiuta a collocare la situazione italiana in un contesto più ampio che ci fa capire come funzionano le cose negli altri stati del continente, e cosa occorre fare ancora qua in Italia, per rendere possibile la nascita di micro-imprese domestiche.
Stefania Pensabene ([email protected]) di Roma ci dà tutta una serie di informazioni illuminanti su come in Inghilterra si realizza un progetto di micro-imprenditorialità casalinga, quale esempio significativo di buona prassi da parte delle istituzioni pubbliche per rendere concreta un’opportunità dataci dall’Unione Europea.
Continua a leggere

Microimpresa domestica sí o no? Il punto della situazione

Microimpresa domestica sí o no? Il punto della situazione

È il caso o no di avviare una micro-impresa domestica che produce e vende dolci e/o alimenti fatti in casa? È arrivato il momento di riprendere il discorso sul tema che mi sta a cuore, anche per tentare di rispondere ai dubbi che in parecchi mi avete posto scrivendomi.
Mi sembra evidente che il tema delle normative igienico-sanitarie e quello fiscale siano imprescindibili e che, prima o poi, bisognerà farci i conti, soprattutto per chi vuole fare un’attività d’impresa in trasparenza e con tutta la sua dignità. Continua a leggere

Produrre e vendere dolci fatti in casa: panoramica regionale.

Produrre e vendere dolci fatti in casa: panoramica regionale.

Cari amici riprendo a scrivere sul tema che ci sta a cuore: la produzione e vendita di dolci fatti in casa. E riprendo da dove ho sospeso il discorso con l’ultimo post pubblicato lo scorso 12 ottobre 2013. Questo nuovo articolo vuole fare il punto di ciò che si è sviluppato da quel momento in poi, grazie a coloro che mi hanno scritto, e a quello che ho fatto, insieme a Saveria, amica che ho incontrato sul mio stesso percorso, per verificare ed attualizzare le informazioni sulla possibilità di avviare una micro-impresa domestica. Continua a leggere

Produrre e vendere dolci fatti in casa: cosa fare. Post 3

Produrre e vendere dolci fatti in casa: cosa fare. Post 3

Un possibile percorso per verificare la fattibilità di una micro-impresa per la produzione e vendita di dolci fatti in casa.
Con questo terzo Post concludo i suggerimenti che posso darvi, in base alla mia esperienza, per verificare nella vostra realtà se è possibile avviare una micro-impresa per la produzione e vendita di dolci fatti in casa.
L’argomento di questo articolo è la sostenibilità economica della micro-impresa. Continua a leggere

Produrre e vendere dolci fatti in casa: cosa fare. Post 2

Produrre e vendere dolci fatti in casa: cosa fare. Post 2

Un possibile percorso per verificare la fattibilità di una micro-impresa per la produzione e vendita di dolci fatti in casa.
Riprendo il filo degli argomenti esposti nell’articolo della settimana scorsa.
In questo post voglio affrontare il tema delle condizioni necessarie per poter produrre e vendere dolci fatti in casa.
Continua a leggere

Produrre e vendere dolci fatti in casa: cosa fare. Post 1

Produrre e vendere dolci fatti in casa: cosa fare. Post 1

Produrre e vendere dolci fatti in casa: cosa fare. Un possibile percorso per verificare la fattibilità di una micro-impresa per la produzione e vendita di dolci fatti in casa.
Vi avevo anticipato che sarei tornata su questo tema, che mi sta a cuore. In questi mesi estivi, e di recente, mi sono arrivate mail di persone interessate ad avviare una micro-impresa domestica per la produzione e vendita di dolci fatti in casa. Continua a leggere

Dibattito sulla produzione e vendita di dolci fatti in casa

Dibattito sulla produzione e vendita di dolci fatti in casa

Sulla spinta degli stimoli ricevuti da chi, navigando su internet, è approdato al mio Blog, ritengo utile aprire un dibattito sulla produzione e vendita di dolci fatti in casa. Sono convinta da tempo che arrivare a sbloccare la burocrazia italiana intorno a questo tema, può consentire il sorgere di micro-imprese domestiche che possono rappresentare occasioni di lavoro per molte persone Continua a leggere