“GNAM.L” a diciotto mesi dall’apertura.

Lucia Mamo
Lucia Mamo

Lucia Mamo ha avviato la sua microimpresa domestica alimentare GNAM.L nel mese di marzo 2016 a Saronno. È stata la terza attività avviata in Lombardia associata a Cucina Nostra. Produce pasticceria secca, fresca e specialità siciliane.

L’avvio di GNAM.L ha costituito un precedente importante di rapporto con l’ATS (Agenzia di Tutela della Salute). L’autorità sanitaria, infatti, ha in un primo momento denegato l’inizio attività, dovendo in seguito ritirare il proprio provvedimento grazie al ricorso presentato da Lucia e all’intervento di mediazione di Cucina Nostra attraverso i propri consulenti.
Certamente il caso di GNAM.L ha tracciato la strada a vantaggio di altre Microimprese che sono state avviate dopo, e Lucia è stata “pioniera” in questo senso assumendosi un rischio d’impresa che le fa onore.

In questa intervista ci racconta cosa è successo dopo un anno e mezzo di attività.

  • È passato circa un anno dalla nascita della sua microimpresa domestica alimentare, ci può raccontare brevemente cosa è cambiato in generale nella sua vita da quando ha aperto la sua attività?

Sono passati diciotto mesi dall’apertura della mia microimpresa domestica, tanti alti e bassi, superati grazie ad un forte entusiasmo e tanta passione per il mio lavoro.

  • Le teorie economiche sulle imprese sostengono che per i primi tre anni dall’avvio l’attività sarà “in perdita”, ovvero ciò che si ricava va soprattutto per coprire le spese d’investimento e i costi di gestione. Solo dal terzo anno in poi si può ipotizzare un guadagno. Con la sua microimpresa com’è andata dal punto di vista della sostenibilità economico-finanziaria?
I BISCOTTI di GNAM.L
I BISCOTTI di GNAM.L

Le statistiche non si sbagliano. Sono in perdita tra tasse e spese di avvio che sto ammortizzando piano piano. Il conto è in rosso. I microimprenditori domestici fanno più fatica a fare quadrare i conti, perchè non hanno vetrina.

  • Come valuta oggi, dopo crica un anno di attività, lo sviluppo del mercato per i suoi prodotti? Quali difficoltà ha incontrato nel far apprezzare le sue produzioni, visto che stiamo parlando di “alimenti fatti in casa”, prodotti nuovi sul mercato alimentare? Quali iniziative ha preso per far conoscere la sua microimpresa e la sua produzione?

Gnam.l ha un sito internet (www.gnam.bio), ma ancora nessun cliente ha acquistato tramite web. Per rilanciare e dare più visibilità alla mia azienda ho affidato la gestione del sito e del network ad una società che, con foto e proposte di eventi, ha fatto sì che qualche cliente in più stia arrivando.

  • Chi sono i suoi clienti, che tipo di persone si rivolgono a lei per acquistare i suoi prodotti?
Le BRIOCHES di GNAM.L
Le BRIOCHES di GNAM.L

I miei principali clienti sono i bar. Vado  personalmente in ogni bar, presento me e la mia attività. Bisogna attendere.

  • Che difficoltà ha incontrato nell’organizzare il suo lavoro?

Lavorare in casa per una mamma è più’ faticoso dal punta di vista organizzativo e sanitario, devi pulire sempre e costantemente, ma hai libertà,  riesci a gestire meglio i tuoi orari e gli orari dei figli tra scuola e sport, fatto salvo qualche eccezione.

  • Che difficoltà ha incontrato nella gestione della sua microimpresa (forniture, scadenze fiscali, rapporti con la clientela, ecc.)?

Durante questo anno ho imparato tante cose soprattutto ad avere a che fare con i clienti, non tutti onesti. Infatti, un  famoso locale di Milano non ha pagato una mia fattura di 200 Euro emessa a giugno.

  • Sappiamo che la “prova del 9” per una microimpresa domestica è l’ispezione igienico-sanitaria da parte dell’ASL competente. Lei ha già ricevuto un’ispezione da parte dell’autorità sanitaria locale?

A tutt’oggi non ho ancora ricevuto l’ispezione dell’ASL.

  • A distanza di un anno da quando ha iniziato la sua produzione domestica, cosa è cambiato nella sua organizzazione famigliare?
I BISCOTTI CUORI
I BISCOTTI CUORI

Tutta la famiglia si è adattata al cambiamento. Ho acquistato una nuova casa sacrificando una stanza per dedicarla alla microimpresa, così oggi ho un laboratorio di 30 metri quadrati.

  • Se dovesse tornare indietro, rifarebbe questa scelta?

Rifarei tutto sì! Nonostante all’inizio Gnam.l abbia avuto non pochi problemi con ATS di VARESE, sono fiera di ciò che ho creato.

 

“GNAM.L” di Lucia Mamo. Villasanta (MB)

Partita IVA 03522930126
Alimenti prodotti: 
dolci, specialità siciliane
Sito: www.gnam.bio
Telefono: +39 3892314024

Precedente Microimpresa domestica in primo piano: “Il Sentiero del Capriolo” di Adele Bifano Successivo Microimpresa domestica in primo piano: “La Bottega della Mamma” di Silvia Tavicca

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.